martedì 31 marzo 2015

Piossasco 23esima corsa per la vita

Giornata quasi estiva, 9.5 km di tracciato non semplice con continui saliscendi, percorso sempre molto bello e panoramico. Oltre 400 partecipanti per questa ventitreesima edizione. Torna alle gare anche compare Raffaele dopo un infortunio che lo ha tenuto fermo ai box per un pò e si comporta molto bene facendo un ottima media. Doratletica prima superando anche il fortissimo None. Tra i big della nostra squadra ottimi tempi di Rispoli Davide e Amorosi Domenico che hanno fatto decimo e undicesimo assoluto con 34:07 e 34:39
complimenti!
Mentre il cugino Gianni insieme a Bergonzo,Torrione e il nuovo compagno di squadra Patrick si sfidano lungo il percorso con una lunga serie di sorpassi e controsorpassi degni di una gara di moto gp. Alla fine Gianni sferra l'attacco e riesce a metterli dietro definitivamente.
Io arrivo a questa gara un pò scarico,e penso di non aver recuperato completamente la mezza di Caselle ed i lavori fatti in settimana, infatti già in fase di riscaldamento sentivo di non avere birra per spingere anche oggi. Peccato! Anche perchè dopo il personale sulla mezza l'entusiasmo c'era, e penso anche di essermi allenato bene queste ultime settimane, vedremo più avanti,dopo aver recuperato ancora un pò.
Ecco qui la classifica con i tempi miei e di mio cugino e qualche nostro diretto avversario:
Giglio Giovanni       38:57
Bergonzo Gianluca 39:04
Torrione Roberto    39:07
Amadio Vito             44:44

lunedì 23 marzo 2015

Mezza Maratona Lanzo Caselle

Domenica 22 Marzo 2015 la pioggia ha iniziato nella notte a bagnare Torino e provincia , e passando le ore si è fatta sempre più insistente , ma questo come al solito non ci ha fermati.
Sveglia presto e con mia grande sorpresa anche mio cugino Vito si è presentato puntuale per andare a Caselle , dopo una settimana molto impegnativa di lavoro e con un solo allenamento nelle gambe nella suddetta settimana .
Dopo esserci incontrati con i nostri amici e compagni di squadra della Doratletica Roberto e Mara abbiamo raggiunto la stazione dei treni ( e purtroppo non come il 90% che si reca li e va all' aeroporto) di Caselle , dove ci aspettava il nostro presidente Nevio che ci ha consegnato la busta con il microchip e il pettorale , e abbiamo quasi preso di "corsa" il treno.
Dopo un piacevole viaggio di 40 minuti siamo scesi a Lanzo con molti altri podisti , per la precisione a questa maratonina anno preso al via 242 atleti.
Dato la pioggia il freddo e il tempo a disposizione ci siamo infilati in un bar per trascorrere prendendo un caffè il tempo che ci separava dalla partenza, e dove nel frattempo Roberto ci ha illuminato come rendere il fondo della borsa più capiente!
Infatti non ci siamo scaldati molto, con quella pioggia non avevamo molta voglia di uscire al freddo , dopo un dieci minuti scarsi di riscaldamento ,dato che il tempo se le mangiato anche la consegna della borsa al camion , ci siamo schierati al via per questa Maratonina rinominata da record per avere un dislivelli a favore.
Il posto è molto bello per chi conosce Lanzo e anche con la pioggia ha il suo fascino , io sono partito per stare a una media di 4,10 a chilometro ma dopo un primo km di assestamento mi sono messo dietro un gruppetto che aveva un passo più allegro di qualche secondo , le gambe giravano anche se non ho preparato questa gara e mi sono messo a seguire questo gruppo.
Il percorso si snodava in molte ciclabili e guardare anche il panorama devo dire che mi prendeva bene.
Verso il dodicesimo chilometro uno del gruppo si è fermato forse per un crampo mentre un altro rallentava , al sedicesimo chilometro mentre passavamo vicino a una chiesa le campane hanno iniziato a suonare , ho pensato è un segno del destino non devo mollare devo fare il mio personale!
Mentre i tre ragazzi in testa al gruppo iniziavano ad allontanarsi io cercavo di resistere a non abbassare la media , infatti è uscita una media quasi regolare con l'ultimo km a palla superando Nevio che aveva fatto la dieci e che mi incitava "dai che ne prendi ancora".
La soddisfazione per il personale c'è ma la cosa che mi ha reso contento e la media per km che è di 4,06 che una volta non riuscivo a tenere manco nelle corse da dieci.
Anche Vito ha fatto il suo personale e giustamente era molto soddisfatto , come Roberto alla sua prima mezza e che è arrivato a solo due minuti da me e a Mara con un ottimo 1,46,36
 34   Giglio Giovanni     1,26,06
112  Amadio  Vito         1,36,17

martedì 10 marzo 2015

Campionati cross Fidal Pellerina

Bellissimo il colpo d'occhio appena siamo arrivati al parco della pellerina, moltissimi erano i gazebi delle varie squadre di tutta Italia. Oggi si sono assegnati ben 21 titoli italiani nei master. Ed ovviamente ci siamo cimentati anche io e mio cugino in un percorso collaudato che conoscevamo benissimo. Si tratta di 3 giri da due km esatti, per un totale di 6 km. È stata una bella gara perchè molto ben organizzata su ogni aspetto, partiva una categoria alla volta, io e mio cugino negli SM 45, Gianni è rientrato nei primi 100 posizionandosi 99esimo! Direi un buon risultato e una bella soddisfazione visto il buon livello di atleti.
Io 160esimo su una batteria di oltre 200 atleti. La gara di Gianni è stata ad un ritmo congeniale per lui, è partito bene, il primo km appena sotto i 4, poi si è stabilizzato poco più di 4 al km per tutta la gara. 

Io dopo Ciriè dove ero rimasto deluso della mia prestazione, sono riuscito a rifarmi correndo anche io una gara costante ad un ritmo che sapevo di poter tenere. Molto bene il primo e l'ultimo km, segno che avrei potuto dare qualcosina in più, ma visto i miei precedenti di quest'anno, mi va benissimo chiudere questo ultimo cross con una media di 4.27 finale. 
D'altronde come mi diceva giorni fa un mio compagno di squadra, questi cross se non sei veramente ben preparato li devi prendere con le pinze. 

Gianni    24:07
Vito         26:47

mercoledì 4 marzo 2015

Ciriè 1 Marzo 2015

Inizio nel dire che questo 61° Campionato nazionale Uisp di corsa campestre è stato un grande successo , eravamo tantissimi atleti e amanti di questo meraviglioso sport , c'era gente dal Piemonte fino giu in Sicilia .
La seconda cosa da dire e che come società ci siamo comportati benissimo piazzandoci al quarto posto maschile e dodicesimi femminili .
Passando alla mia gara e a quella di mio cugino Vito siamo nel chiaro e scuro , nel senso che io mi ritengo moderatamente soddisfatto mentre Vito può e deve fare molto meglio.
Siamo partiti con le batterie piu giovani di noi cioè dagli M20 - M45 e la distanza era quella maggiore,tre giri per un totale di 7,5 Km.
La mia gara è stata come nelle montagne russe un continuo sali e scendi di tempi , se i primi due km li ho fatti veloci per levarmi dal traffico, dopo e stato un continuo elastico, dopo un km lento mi veniva uno veloce, e cosi via fino alla fine.
Certo i continui cambi di direzione non aiutavano a prendere il ritmo , ma queste sono le campestri e dovrei essere più preparato , il terreno era buono confronto a molte altre campestri , si poteva dare di più, ma si sa quando finisci una gara pensi sempre che potevi fare meglio , ma sarà veramente cosi?
Alla fine un complimento a tutti gli amici della Doratletica specialmente ai Big Amorosi e Rispoli secondo e terzo della loro categoria M40 e a tutti gli amici che hanno corso e vissuto una bella e sana giornata di Sport.
Un saluto va ai nostri amici di corsa e di Blog Alessandro e Davide e al loro sito gemello del nostro che curano con tanta passione questo meraviglioso sport "icolleghichecorrono"

113  25-M45  Giglio    Giovanni   31,01
251  70-M45  Amadio  Vito          35,33